Datacenter Experience 2018

In Senza categoria by Cl3v3r1t4ly0 Comments

Il Data Center rappresenta di fatto il fulcro abilitante attorno a cui ruota il business delle aziende.
Dai più elementari sistemi di comunicazione ai più complessi processi transazionali tutto passa attraverso delle facility che devono rispettare i migliori standard di settore.
Il tema della qualità sarà al centro dell’edizione 2018 di Datacenter Experience che si terrà a Milano il 20 febbraio con il sottotitolo ‘Infastrutture di qualità per servizi di qualità. Tecnologie e aspetti progettuali alla base di servizi ict stabili, efficienti e sicuri’.
Come da tradizione, l’evento vuole offrire al pubblico di manager e professionisti coinvolti nel governo e gestione dell’IT aziendale, un momento di informazione e confronto che affianchi a contenuti di business approfondimenti di carattere tecnologico.
Il convegno prevede momenti in sessione plenaria (in cui saranno raccolte le testimonianze dirette a cura dell’utenza e del mondo della ricerca e università) ai quali si alterneranno Technology Speech curati dalle aziende sponsor in cui verranno affrontati i temi legati al mondo della tecnologia e delle soluzioni del Datacenter.
Accanto all’area convegnistica sarà allestita un’area espositiva dove saranno serviti i coffee break e il lunch per i visitatori iscritti e le aziende presenti.

Programma interventi della giornata

08.30 – Apertura delle registrazioni

09.15 – Benvenuto a cura di Marcello Maggiora
Head of IT Infrastructure Division presso Politecnico di Torino

09.25 – Keynote speech a cura di Enrico Macii
Professore DIST – Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio – Politecnico di Torino

10.05 –Intervento a cura di Legrand

10.30 – Data Center Warehouse VS Data Center Boutique
Immaginando il futuro degli Edge Data Center e dei nuovi CoLo
Anni 50: forse 4 computer al mondo. Anni 60: nasce il CED. Anni 90: il CED diventa Data Center. Anni 2000: sorge il CoLocation Data Center. Anni 2010: nasce l’Edge Data Center.
Parallelo a questo esaltante scenario IT vi è quello del mondo dell’infrastruttura: da salotto per pochi a internet caffè. Vi aspettiamo al nostro speech per approfondire l’entusiasmante opportunità sull’infrastruttura a supporto del data center che ci si presenta oggi!
Stefano Mozzato, Country Manager Italy – Vertiv

10.55 – Coffee Break e visita all’area espositiva

11.25 – Intervento a cura di NetApp

11.50 – L’Infrastruttura Data-Center a supporto dell’IT Transformation
Nel contesto evolutivo dei fenomeni che contraddistinguono l’IT Transformation delle aziende, il Data-Center riveste un ruolo strategico perché deve garantire alta affidabilità, continuità ed efficienza assicurando anche un alto grado di flessibilità per affrontare le peculiarità dei trend tecnologici e le sfide dei mercati. Cloud, IoT, Industry 4.0 richiedono un’infrastruttura integrata, sicura ma soprattutto intelligente. La capacità progettuale, le architetture e la standardizzazione dei sistemi e dei processi sono determinanti per garantire soluzioni performanti e scalabili alla grande impresa come alla piccola e media industria.
Alessio Casagrande, Product Manager & Solution Architect – Rittal

12.15 – Tavola Rotonda – Sessione 1

• Alessandro Perrino, Business Innovation Senior Manager – Fastweb

• Luca Sciascera, Telecom Italia

• Global Cloud Data Center: il perché di un modello multi-modulare ed espandibile
Ultimo nato tra i DC del network, il data center campus più grande d’Italia si distingue per la modularità che sta alla base della sua progettazione. Ciò che consente di avere massima mobilità e completa personalizzazione delle unità infrastrutturali che lo compongono è infatti l’ideazione di un modello basato su moduli, che rende il data center funzionale e competitivo, sia per le esigenze minime che per quelle più complesse.
Marco Grassi, Responsabile Data Center -Aruba

13.00 – Lunch Buffet e visita all’area espositiva

14.00 – Data Center Resilience & Operation Sustainability – Un approccio oltre la progettazione
Progettare e realizzare un Data Center resiliente è certamente una condizione necessaria per limitare il rischio di downtime in una faciility mission critical, tuttavia non è sicuramente l’unica da prendere in considerazione. È infatti dimostrato che le interruzioni di servizio sono causate principalmente da errore umano, cattiva gestione della capacity con conseguente riduzione della ridondanza, non corretta manutenzione e definizione della strategia sul ciclo di vita degli apparati e dei sistemi installati. Ecco che una corretta impostazione della gestione del Data Center in operation consente invece di mitigare i rischi di downtime e quindi di aumentare la resilienza. Tra i passi da compiere c’è quindi un’analisi focalizzata soprattutto sui “comportamenti” da adottare nella gestione della facility, che devono essere supportati da dettagliate procedure operative (SCPs, SOPs, MOPs, EOPs) associate a specifici manuali d’uso, manutenzione e SLA. In definitiva: Operation Sustainability è la chiave per un Data Center resiliente.
Cosimo Verteramo, Head of Data Center – Deerns

14.25 – Intervento a cura di Bird & Bird

15.05 – Intervento a cura di EAE

15.30 – Tavola Rotonda – Sessione 2

• Luca Bolognini, Direttore Innovazione – Aizoon Group

• Giuseppe Attardi, Professore Dipartimento di Informatica- Università di Pisa

16.00 – Coffee Break e visita all’area espositiva

16.30 – Intervento a cura di Siel/Emicon

16.55 – Intervento a cura di Lande

17.20 – Intervento a cura di Spring

17.40 – Chiusura dei lavori

Leave a Comment

*